Zurigo

Food and Travel Italia esplora la più grande città della Svizzera, dove i magnifici scenari alpini lasciano il passo all’arte contemporanea e alla gastronomia.

Perché andarci?
La capitale europea delle banche ama stupire i visitatori con i numeri: il suo bel centro storico vanta un ristorante ogni 180 abitanti; da 1.200 fontane medievali e moderne zampilla acqua cristallina potabile. In questa metropoli sempre più cosmopolita, i vecchi edifici industriali sono stati trasformati in bar e negozi trendy, mentre la città vecchia conserva le tracce del passato. Da metà giugno a metà luglio il Festiva di Zurigo anima la città con un ricco programma di eventi musicali, teatrali e artistici (www.zuercher-festspiele.ch).

ZurichAout08-114web

Che cosa fare

Per avere una veduta panoramica salite sul Grossmünster, il duomo con i suoi due campanili è il simbolo della città. Ammirate le strade del centro storico e lasciate spaziare la vista fino al lago di Zurigo, quindi tornate con i piedi per terra e perdetevi tra le stradine del quartiere di Niederdorf, in riva al fiume, dove il nome delle pittoresche case medievali è dipinto sulle facciate pastello. Attraversate il ponte verso la chiesa di Fraumünster, dove ammirare le vetrate di Marc Chagall prima di inoltrarsi nelle stradine dei quartieri Schipfe e Lindenhof – le parti più antiche della città. Non perdetevi il più grande quadrante d’orologio in Europa, sul campanile della chiesa di San Pietro, poi visitate gli scavi dei bagni romani lì accanto. Acquistate gioielli e orologi nella Bahnhofstrasse, mentre abbigliamento trendy e accessori si trovano a Züri-West, una zona industriale dismessa che ora ospita gallerie d’arte e boutique alla moda.  Visitate la Kunsthaus (www.kunsthaus.ch; Heimplatz 1), con le sue ricche collezioni di arte europea, oppure il Museo nazionale svizzero (www.landesmuseen.ch; Museumstrasse 2), che presenta mostre permanenti e temporanee che esplorano la storia e la cultura del Paese. Fate una crociera a Zürichhorn, sulle sponde orientali del lago. Nel parco si trovano caffè e un giardino cinese; una breve passeggiata porta alle piante tropicali del Giardino Botanico (Zollikerstrasse 107). Oppure tuffatevi in una delle 18 piscine scoperte della città.

Dove dormire
Se le vostre finanze sono solide quanto le volte delle banche svizzere allora prenotate una suite al The Dolder Grand (www.thedoldergrand.com), casa di cura costruita nel 1899 sulle alture della città e rinnovata di recente. Subito dietro il teatro dell’Opera si trova invece l’elegante Hotel Ambassador  (www.ambassadorhotel.ch), che ha belle camere e un buon ristorante di pesce. Nella città vecchia, l’Helmhaus (www.helmhaus.ch) ha un décor molto minimalista mentre Scheuble (www.scheuble.ch) offre accoglienti camere di design proprio dietro la Bahnhofstrasse.

STC2590WEB

Dove mangiare e bere
Pranzate con un Bratwurst e un’insalata di patate sulla terrazza del biergarten Bauschänzli (www.bauschaenzli.ch), accanto alla Bürkliplatz. Swiss-Chuchi (nell’Hotel Adler, Rosengasse 10) serve fondute, raclette e altre specialità svizzere. La Zürcher geschneteltes è un piatto di vitello tagliato a striscioline in una salsa di funghi e panna; provatelo alla Zunfthaus zur Waag (www.zunfthaus-zur-waag.ch; Münsterhof 8). Il ristorante Lake Side (www.lake-side.ch) si trova in una spelndida posizione in riva al algo a Zürichhorn ed è il posto perfetto per un brunch senza fretta e per mangiare buon pesce. La Confiserie Teuscher (www.teuscher.com) nella Storchengasse è famosa per i tartufi allo Champagne e per l’arredamento kitsch. Al Caduff’s Wine Loft (www.wineloft.ch) il menu cambia ogni giorno a seconda di quel che offre il mercato. In alternativa,  ordinate una selezione di snack e studiate la carta dei vini seduti al bancone lungo 18 metri.

Poco tempo? Comprate cioccolata calda e macarons alla storica pasticceria Café Sprüngl sulla Paradeplatz (www.spruengli.ch).

Foto: Léa Teuscher; Zürich Tourism