Un affascinante borgo dominato dal Castello di Monte Ursino, circondato da mura e bagnato dalle acque del Mar Ligure, è considerato un  gioiello medioevale della Riviera, conosciuto per le sue specialità gastronomiche, la maggior parte collegate alla pesca. Noli, custodita da alte scogliere, si affaccia su un golfo regalando al visitatore pittoreschi scorci paesaggistici, e se piacciono le escursioni è il luogo ideale (c’è anche una buona scuola di sub), soprattutto verso Capo Noli. Il centro storico conserva importanti dimore nobiliari, torri, edifici religiosi che ben si amalgamano a piccole caratteristiche botteghe con prodotti tipici, panetterie in cui deliziare il palato con la tipica focaccia ligure (da non perdere assolutamente l’assortimento del Paradiso della gola), e friggitorie dove mangiare i famosi cicciarelli, gustosi pesci azzurri, fritti o marinati in sale e aceto. La Fondazione Slow Food ha fatto del Cicciarello un suo presidio. Se poi dopo la passeggiata nei carruggi e quella al castello avete voglia di rinfrescarvi  fermatevi da Pappus per un buon gelato o in qualche bar per un chinotto del presidio di Savona.

Un consiglio: 

Per un soggiorno incantevole scegliete l’Albergo Palazzo Vescovo, ex dimora vescovile a strapiombo sul mare. Le camere sono piccoli appartamenti arredati con mobili d’epoca: non ha prezzo dormire sentendo il rumore del mare. Per una cena nel budello di Noli, bisogna assolutamente andare dal Pucci: ottimi piatti di pesce con porzioni abbondanti…da provare gli gnocchetti allo scoglio e le sue trofie.