Rosewood Castiglion del Bosco
Rosewood Castiglion del Bosco

ROSEWOOD CASTIGLION DEL BOSCO ANNUNCIA UN IMPORTANTE AMPLIAMENTO DELLA PROPRIETA’ CON L’INAUGURAZIONE DI 19 NUOVE SUITE PRIVATE, LA RISTRUTTURAZIONE DEL RISTORANTE E LA RIAPERTURA UFFICIALE IL 2 GIUGNO

Rosewood Castiglion del Bosco, la tenuta di 2.000 ettari immersa nei bucolici paesaggi della Val d’Orcia in Toscana annuncia la riapertura ufficiale del resort in programma il 2 giugno 2021.

Il ristorante Osteria La Canonica si presenta con una veste completamente rinnovata.

Inoltre un importante ampliamento della proprietà prevede l’inaugurazione di 19 nuove suite private entro la fine dell’estate.

Rinomato per il suo fascino italiano nell’accogliere famiglie, coppie e amanti della cucina, l’idilliaco rifugio toscano, circondato da un ricco patrimonio culturale e naturale, con questo ampliamento sarà in grado di offrire ai propri ospiti un’esperienza ancora più esclusiva.

Con l’apertura delle 19 nuove suites, massima espressione dell’autentico stile italiano, Rosewood Castiglion del Bosco conterà un totale di 42 suite, oltre alle 11 accoglienti ed esclusive ville ricavate da casali toscani ristrutturati originari del XVII e XVIII secolo.

AMPLIAMENTO E NUOVO DESIGN

Le 19 nuove suite, i cui interni sono stati curati sempre da Teresa Bürgisser, interior designer di Castiglion del Bosco, si troveranno all’interno di un nuovo complesso, un’estensione del Borgo – il cuore dell’antica comunità contadina della proprietà – e avranno a disposizione una piscina semi-olimpionica riscaldata con vista panoramica su Montalcino e sulla Val d’Orcia.

Le Garden Suites disporranno anche di un giardino privato con ingresso esclusivo.

IL DESIGN

Il design rifletterà l’ineguagliabile stile della tenuta – senza tempo ma contemporaneo, dove il lusso incontra l’eleganza toscana – unito all’utilizzo discreto della tecnologia come nel caso del sofisticato sistema di illuminazione e audio dotato di diffusori acustici.

Grazie al contributo di maestranze locali, gli arredi moderni si fondono con elementi di antiquariato ottocentesco provenienti da antiche dimore toscane e acquistati da Chiara Ferragamo – co-founder di Rosewood Castiglion del Bosco – tra antiquari di fiducia e nelle fiere dell’antiquariato di Parma e Arezzo.

Degni di nota i letti a baldacchino in ferro battuto e legno di noce, i pavimenti di ingresso in pietra di Borgogna, i soffitti con travi o piastrelle di recupero, il cotto toscano, i mosaici in ceramica e i rivestimenti dei bagni in travertino della vicina Rapolano Terme dalle sfumature color noce e crema.

Per i tendaggi interamente realizzati a mano, i tappeti di pura lana vergine lavorati a telaio e i tessuti esclusivamente disegnati per Rosewood Castiglion del Bosco, Teresa Bürgisser ha tratto ispirazione dai colori della terra e dalla natura senese.

Per garantire il massimo confort, e realizzati su misura per le nuove suite, ciascuna suite dispone di un minibar rivestito in legno e alcantara, dotato di bicchieri e set da tè, ingredienti per cocktail e vini di pregio.

CHIARA FERRAGAMO

“La filosofia alla base delle nuove Suites – afferma Chiara Ferragamo – è quella che da sempre contraddistingue Castiglion del Bosco: in questa tenuta incontaminata dal fascino senza tempo, gli ospiti ritrovano quel “senso di casa” che solo noi italiani sappiamo creare. Calore, ospitalità e confort si fondono a eleganza ed eccellenza grazie all’inconfondibile lavoro ed esperienza di artigiani e restauratori locali. Le nostre Suite e Ville rispecchiano queste caratteristiche ed i nostri ospiti porteranno sempre con sé il ricordo indelebile di come noi italiani sappiamo vivere in perfetta armonia tra semplicità, gusto e raffinatezza”.