Palma Pokè
Palma Pokè

Palma Pokè San Lorenzo: piatti light, freschi e nutrienti, ma soprattutto molto hawaiani, gustosi e dal sapore tropicale.

È questa l’unione alchemica alla base delle proposte gastronomiche di Palma Pokè San Lorenzo.

Un nuovo indirizzo di Roma con formule di take away e delivery, per il quartiere universitario La Sapienza e non solo.

Palma Pokè

Il pokè

Lo spin off omaggia il paradisiaco arcipelago del Pacifico, con uno dei piatti più iconici e colorato delle Hawaii.

Il pokè, a base di proteine e vitamine, come il pesce, che deve essere rigorosamente tagliato a pezzetti e marinato al momento, viene impreziosito poi da frutta fresca tropicale, verdura, salse e topping.

Il locale

Il locale di San Lorenzo tira su la saracinesca dopo il successo – a suon di pokè e sushi – di Palmerïe Parioli.

Anche stavolta, il menu da cui trarre ispirazione per una pausa golosa soddisfacente per il palato, ma anche salutare, è ricco di piatti invitanti e pensati per tutti i gusti, frutto di una continua ricerca di nuove combinazioni di ingredienti, condimenti e topping inclusi.

Alessandro Cantagallo

Con l’incertezza sull’apertura o meno dei ristoranti, ci siamo organizzati per le consegne a domicilio e per il servizio da asporto”, racconta Alessandro Cantagallo, giovane imprenditore romano che ha deciso di aprire Palma Pokè San Lorenzo.

Siamo a pochi minuti dall’ateneo capitolino, in un quartiere storicamente frequentato da studenti universitari e teenager, e rinomato per essere un vero e proprio laboratorio culturale sempre in fermento, e con un grande spirito di comunità.

Puntiamo a diventare un  indirizzo di riferimento per chi cerca una pausa gastronomica ricca di gusto, ma anche light”, precisa Cantagallo, titolare anche di Palmerïe Parioli, Palma Pokè San Paolo e MEDÏTERRANEO. Ristorante e Giardino del MAXXI.

Il locale, infatti, è ideale per chi cerca delle soluzioni detox e un’alimentazione sana, senza rinunciare al piacere del palato e degli occhi. 

I piatti 

Tra gli Antipasti non mancano il Wakame, il Palma Bagel di diverse tipologie e le Tartare.

Tra le Bowl di casa, si spazia dalla Tahiti alla Polinesia, dalla Mawi alla Bali, dalla Hawaii fino alla Vegan, a seconda degli ingredienti che le compongono, per un viaggio enogastronomico tra i sapori di mete lontane, ma comodamente seduti sul divano di casa.

Tutte hanno una base di riso, ma se la Tahiti privilegia salmone e avocado, la Polinesia opta per gamberi e mango; ancora, la Maui premia salmone, wakame e cavolo rosso, mentre la Bali contiene pollo, burrata e pomodori secchi.

Immancabile, la Hawaii, con riso, pollo, uova e feta. 

Opzione divertente del nuovo indirizzo, è la formula “Componi la tua Bowl”, che può essere media o large, e permette di dare sfogo alla propria creatività golosa con condimenti come avocado e wakame, semi e frutta secca e, ovviamente, le gustose salse di soya, teriyaki e pokè.