La capitale della Florida ha qualcosa per tutti. Keya Modessa si è immersa nell’atmosfera glamour della città delle palme e del sole.

Perché andare?
In questo paradiso subtropicale il sole splende quasi tutto l’anno, quindi non stupisce che i turisti comincino ad arrivare non appena alle latitudini settentrionali il termometro scende. Costruita sulle paludi (la regione delle Everglades è alle sue porte) e con una storia di alti e bassi (è stata sull’orlo della bancarotta), la più giovane città capitale di uno stato dell’Unione oggi è un paradiso cosmopolita sviluppato lungo una spiaggia dorata ombreggiata da palme ondeggianti. Il profilo della città è dominato da grattacieli, ma edifici in stile art déco, caffè e ristoranti  danno colore alle strade, abitanti del  luogo e celebrità di passaggio si crogiolano al sole di South Beach.

Che cosa fare
Solo due parole sono necessarie per chi arriva a Miami: Ocean Drive. Il tratto più alla moda, nel cuore di South Beach, è lungo 10 isolati; è il punto d’incontro del glamour e dell’edonismo. Durante il giorno si animano i caffè sulla spiaggia, di notte ristoranti, bar e locali notturni danno vita a un’unica scena vivace e brulicante. Partendo da Ocean Drive si può esplorare l’architettura art déco per cui la città è famosa. L’Art Déco District è ricco di edifici degli anni ’30 meravigliosamente restaurati, dalle facciate dipinte in tonalità pastello. Se vi interessa l’arte, visitate il Wolfsonian Museum (wolfsonian.org) con le sue collezione di arte e design, oppure il Miami Art Museum (miamiartmuseum.org), a Downtown. Da queste parti si trova anche il Museo storico della Florida meridionale (hmsf.org), dove si può scoprire il passato della città. Fate una passeggiata lungo Collins Avenue, un viale fiancheggiato da palme che vanta begli edifici art déco e sgargianti boutique. Passate davanti alla sfilata di eleganti hotel, tra cui il Delano (delano-hotel.com), disegnato da Philippe Starck, e il lussuoso Setai (setai.com) prima di fermarvi a sorseggiare un cocktail in un lounge bar. Miami è il posto giusto per praticare gli sport d’acqua o fare una crociera su uno yacht di lusso nella Biscayne Bay, da cui godere il panorama della città dall’acqua, con i grattacieli, il porto, la Fisher Island e le ville dei ricch e famosi lungo Millionaire’s Row.

07-Raleigh-Pool(ariel)-WEB

Dove dormire: Miami non fa le cose a metà e la scelta di un posto dove dormire fa girare la testa. Il Soho Beach House (001 786 507 7900, sohobeachhouse.com) vanta una posizione privilegiata sul mare, un giardino privato, il Tiki bar e il Cecconi’s restaurant. Le camere sono arredate con mobili vintage e la maggior parte ha vista mare. A qualche minuto dall’andirivieni e dalle luci al neon di South Beach si trova il Mondrian (001 305 514 1500, mondrian-miami.com). Arredamento in bianco, nero e oro, lussuosa area piscina. Il Tides Hotel (001 305 604 5070, tidessouthbeach.com) occupa un palazzo art déco su  Ocean Drive. Il suo Coral bar è il posto giusto dove prendere l’aperitivo prima di cena. Agli appassionati di moda piacerà il Pelican hotel (001 305 673 3373, pelicanhotel.com), il priimo albergo firmato dal marchio di moda italiano Diesel.

Dove mangiare: Su Collins Avenue c’è Jerry’s Famous Deli (001 305 532 8030, jerrysfamousdeli.com), il posto giusto dove mangiare qualcosa di veloce a tutte le ore del giorno e della notte (pizza, insalate, panini, hamburger, hot dog e molto altro ancora). Se volete provare la cucina americana però servita in maniera scenografica allora Barton G (001 305 672 8881, bartong.com) è il locale che fa per voi. In menu, gamberi popcorn serviti nel bicchierone del popcorn. Chi ha voglia di crostacei può optare per Joe’s Stone Crab (001 305 673 0365, joesstonecrab.com) che serve granchi di stagione con una deliziosa salsa alla senape; non si può prenotare, quindi il consiglio è quello di arrivare per tempo se si vuole trovare posto.

pool2_1200-WEB

Poco tempo? Un tour in elicottero di Miami vi permetterà di ammirare la città dall’alto. I tour possono essere prenotati all’ufficio turistico.

Il consiglio Comprate uno spuntino in uno dei numerosi farmer’s market che si tengono in città, come quello della domenica al  Collins Park.