Helena di Troia IGP Puglia

0
82

HELENA DI TROIA IGP PUGLIA

Bere e produrre per passione

È il Nero di Troia prodotto dal giornalista – produttore Bruno Vespa, un vino straordinario definito dall’enologo Riccardo Cotarella “un gioiello”. Il mito di Helena, la donna più bella del mondo antico, la regina di Sparta…una bottiglia che ci rimanda ad Omero.

Colore rubino scuro, frutto prepotentemente succoso e tannino di velluto, vestito di sentori di cioccolato, finito addirittura a Buckingham Palace durante un ricevimento del Principe Carlo. “Sono un appassionato di musica classica, amico di grandi maestri come Riccardo Muti, e ho sempre invidiato la capacità di dare la stessa emozione a pubblici di tutto il mondo. E la mia ambizione con questo vino è la stessa. Così ho chiesto a Cotarella di immaginare un grande vino internazionale. Posso solo dirvi che la prima volta che lo assaggiai mandai un messaggio a Riccardo. Non sono tifoso dei miei vini e degusto tutto, ma questo mi ha convinto”. Così ha esordito Vespa. Prosegue Cotarella: “Siamo in Puglia e dunque legati ai vini più tipici con i tre grandi classici vitigni pugliesi. Non c’è al mondo un territorio simile alla Puglia e al Salento, circondato da due mari. Il Nero di Troia è un vitigno che aspettava di essere esaltato per la sua eleganza. La Puglia salentina sta dimostrando una trasversalità varietale unica”.

E prosegue a proposito della sua consulenza. “Non so se sia un caso che personaggi noti in altri settori mi scelgano, ma credo che con loro si inneschi qualcosa di magico. Bruno è stacanovista come giornalista in televisione e come produttore. C’è grande stimolo e desiderio di fare grandi vini”. vespavignaioli.it

Credits Sandro Michahelles Fotografo