Tartellette alla frutta, Gaudenti 1971

    In cucina c’è l’innovazione, il passo in avanti, quello che attira l’attenzione su di sé perché esplora l’ignoto, ciò che non conosciamo. Più nascosta, un po’ più in disparte, c’è la tradizione, che è invece meno abituata a stare sotto i riflettori ma molto più nei nostri cuori, nei nostri ricordi. Da Gaudenti 1971, giovane format di bakery-pasticceria nato sotto la Mole, i due mondi coesistono, in perfetto equilibrio. A fianco di ricette neo-nate, si affiancano alcuni classici della pasticceria, eseguiti a regola d’arte, con le conoscenze di oggi. Un esempio è quello della tartelletta alla frutta, un guscio di pasta frolla ripieno di crema pasticcera, sulla quale sono adagiate fragole, more, mirtilli e lamponi. Al primo boccone la promessa è quella di far scorrere le lancette del tempo agli anni più felici, quando la domenica mattina si andava a fare colazione al bar con tutta la famiglia, per concedersi un dolce sgarro prima del ritorno a scuola o al lavoro.

    Una delle vetrine di Casa Gaudenti 1971 (Ph. Giulia Nutricati)

    INGREDIENTI

    Crema pasticcera

    • 200 ml latte intero
    • 50 ml panna fresca
    • 75 gr zucchero
    • 75 ml tuorli d’uovo (circa 4)
    • 10 gr amido di riso
    • 10 gr amido di mais
    • 3 gr vaniglia in bacche

    Frolla

    • 250 gr farina debole
    • 150 gr burro
    • 100 gr zucchero a velo
    • 40 gr tuorli (circa 2)

    Frutta fresca

    • Q.b. fragole
    • Q.b. more
    • Q.b. mirtilli
    • Q.b. lamponi

    Preparazione della frolla

    Impastare lo zucchero e il burro ammorbidito a 16°C circa, in una planetaria con la foglia a velocità bassa. Una volta morbido e amalgamato, ma non montato, aggiungere i tuorli, possibilmente a temperatura ambiente. Una volta assorbiti, aggiungere la farina e continuare a mescolare fino a ottenere un composto omogeneo (ci vorranno circa 2 minuti). Formare una palla, quindi avvolgerla nella pellicola e infine lasciar riposare una notte in frigo.

    Preparazione della crema pasticcera

    Portare a bollore la panna con il latte e la vaniglia. A parte, mescolare i tuorli con lo zucchero e, in seguito, aggiungere gli amidi, sempre continuando a mescolare. Versare il composto formato nella pentola con il latte e la panna. Mescolare con una frusta fino a quando non arriva quasi a bollore. Una volta pronta, versare la crema in un contenitore largo. Coprire “a pelle” con della pellicola da alimenti e lasciare raffreddare in frigo per almeno un’ora.

    Il packaging firmato da Casa Gaudenti 1971 (Ph. Giulia Nutricati)

    Cottura e decorazione

    Ripassare la frolla nella planetaria con la foglia per rendere il burro di nuovo plastico e per non farla spezzare mentre la si stende. Stendere la frolla tra due fogli di carta da forno a uno spessore di circa 3 mm. Ritagliare quattro cerchi di pasta frolla con un coppapasta rotondo, leggermente più grande (8/10 cm) del diametro dei vostri stampini, quindi bucherellare il fondo con una forchetta. In questa fase è importante premere bene con le dita sui bordi ma non con decisione, altrimenti si rischia che la tartelletta collassi in cottura. Accendere il forno a 170°C e, nel frattempo, rimettere in frigo la frolla. Infornare per circa 20-25 minuti, fino a doratura dei bordi. Nel frattempo lavare e tagliare la frutta a pezzetti regolari. A cottura ultimata, estrarre dal forno e lasciar raffreddare. Riempire ogni tartelletta con la crema pasticcera e decorare con 2 fragole tagliate a metà, 4 lamponi, 2 more e 4 mirtilli ogni tartelletta.

    Tartellette alla frutta, Gaudenti 1971
    Stampa la Ricetta
    Tartellette alla frutta, Gaudenti 1971
    Stampa la Ricetta
    Condividi questa Ricetta
    Powered byWP Ultimate Recipe