La ristorazione si sta preparando ad accogliere nello scenario estivo gli amanti del bon vivre tra sfizi gourmet e panorami da cartolina.

Se la  stagione estiva presenta qualche difficoltà per tutte le località di vacanza italiane, sarà la qualità dell’offerta a fare la grande differenza.

Ecco alcune locations al mare tra le novità: 

“LOCANDA PERBELLINI AL MARE”, A MONTALLEGRO.

Ci troviamo  in Sicilia sulla spiaggia di Bovo Marina, in provincia di Agrigento.

E’ il nono locale aperto dallo chef stellato scaligero Giancarlo Perbellini, che stavolta ha scelto  un luogo magico e suggestivo in riva al mare. Una scelta  che esprime al meglio la natura incontaminata, quasi selvaggia della zona: dieci chilometri di candida sabbia, dune e falesie, con alle spalle la Riserva Naturale di Torre Salsa, presidio del WWF, e a soli 30 chilometri dalla magica Valle dei Templi.

Il  locale  è stato realizzato interamente in legno e vetro, nel rispetto della biodiversità e del territorio. con 50 coperti tra interno ed esterno, in un luogo da Perbellini: “Il bistrot nasce da un’idea molto democratica, con piatti che rispettano il luogo dove siamo, la Sicilia, una terra di profumi e sapori che ogni volta mi fanno tornare bambino.”

La locanda collabora con la struttura ricettiva Luna Minoica Suites and Apartments,  per gli ospiti che vogliono alloggiare in un contesto tranquillo di semplicità, relax e bien vivre

Piatti della tradizione locale rivisitati in libertà.

Il format  del ristorante è lo stesso dei due bistrot a Milano e Verona.

I piatti esaltano i  sapori della Sicilia rivisitati dall’innovazione di Giancarlo Perbellini, oltre a una selezione di classici dalle Locande. “Sarà una proposta di piatti semplici e genuini, interpretati in chiave contemporanea, nel gusto e nell’impiattamentoProporremo, tra gli altri, il cous cous alla trapanese e i crudi di mare, potendo contare su una materia prima di altissima qualità – commenta Perbellini – La cucina siciliana è ricca di profumi e sapori che ogni volta mi fanno tornare bambino, prodotti che è difficile trovare altrove. Un patrimonio che in molte regioni italiane è andato perduto e che qui continua ad essere tramandato”.

In carta i vini prodotti dalla Cantina Luna Sicana.

AMMARE SULLA SPIAGIA DI SAMPIERI

Una Sicilia marinara contemporanea per il temporary restaurant Ammare con i piatti di Peppe Barone, un “connubio perfetto tra i doni del mare e l’elaborazione gentile del cuoco” Il pescato del giorno viene servito in riva al mare.

Una struttura in armonia con il luogo, fatta di assi bianche a ricordare quasi un’imbarcazione. Dopo l’ultima sfida dello Chef di portare la Sicilia a Milano con Terrammare, Barone omaggia nuovamente la sua terra, avviando un locale che si presta ad essere la rivelazione della zona.

Tra gli irrinunciabili il Girotonno, lo Spaghettone ai ricci di mare, la pasta con le sarde, la Surra di tonno e caponata, il baccalà patata e seppia e la spetacolare Grigliata di Ammare.

RAFAEL 

Design mediterraneo impreziosito da dettagli artigianali per RAFAEL, il nuovo ristorante di Luca Guelfi, in uno dei borghi più preziosi e affascinanti di tutta la  Sardegna, a Porto Rafael,  situato di fronte all’arcipelago de La Maddalena.

il ristorante  basato principalmente su piatti di pesce offre un vero e proprio  viaggio gastronomico Italo-Spagnolo . La scelta di proporre una fusione tra la due cucine è anche una dedica appassionata alla figura dell’artsita eclettico  spagnolo Rafael Neville, creatore di Porto Rafael, che dagli anni 60 è il nuovo ritrovo di aristocratici, celebrities. 

Luca Guefi, titolare di diversi ristoranti molto apprezzati a Milano ne gestisce altri tre in Costa Smeralda, Big Sur Liscia Ruja, Fruits De Mer e Canteen a Poltu Quatu.

Rafael conta 55 coperti, i tavoli decorati a mano realizzati con pietra lavica dell’Etna e sedie in ferro battuto ,sono per la maggior parte all’aperto, affacciati sulla meravigliosa piazzetta incastonata nel borgo sardo tra ville esclusive, natura incontaminata, spiaggia, mare cristallino e vista mozzafiato sull’eccezionale arcipelago de La Maddalena. 

Una location magica che ha ispirato Luca Guelfi ad offrire una cucina al contempo ricercata e classica che fosse un sapiente connubio tra quella spagnola ed italiana. Con la firma dello Chef Marco Fossati, che in curriculum vanta esperienze a 5 stelle al Park Hyatt, Bulgari Hotel, Marchesi e Riccione Bistrot, approda poi al Gruppo Luca Guelfi guidando le cucine di Saigon e Shimokita a Milano.

Tra le specialità: Paella de Mariscos, preparata con l’originale ricetta spagnola. Un menù tipicamente mediterraneo che, oltre ad offrire la varietà di pescato freschissimo del giorno preparato al forno e al sale, glispaghetti vongole e bottarga,  le catalane di gamberi, astice e aragosta,  propone  gli inconfondibili piatti spagnoli   come i chipirones  fritti , il pulpo a la gallega e  il Pata Negra “Joselito”  servito con il tipico pan tomate.

UOVODISEPPIA

Da poco inaugurato sulla spiaggia del lido Miramare di Licata dallo chef bistellato Pino Cuttaia il ristorante Uovodiseppia si rifà alla sua creatività orientata ad una Cucina sostenibile.

Ispirato dal paesaggio marino e dalla spiaggia storica cui è affezionato dal quale nascono, ripropone liberamente alcuni storici piatti de la Madia in versione pop e piatti di “mare e fuoco” che seguono il tema della cucina domestica di alta qualità ma, allo stesso tempo, fatta di ingredienti semplici, talvolta considerati poveri, ai quali Pino Cuttaia ha saputo dare valore e dignità.

Una cucina fatta di memoria, condivisione, racconti, profumi e sapori.

GABBIANO 3.0

Pronto alla ripartenza l’elegante ed accogliente locale di Riccardo e Marco Toni a Marina di Grosseto. Ai fornelli Alessandro Rossi con la sua cucina molto creativa, sensoriale e gourmet, che punta sul territorio mare e terra. La veranda estiva regala una vista sul mare e sullo yacht club.

Tra i piatti segnaliamo i tortelli di anguilla affumicata, telline e consommé; lumache erbe spontanee, fois gras, salvia cocco e mais;

Gabbiano-3.0
Il locale Gabbiano 3.0 e un piatto: spaghettoni “Gerardo di Nola”, seppia, pecorino, cedro, maggiorana

Locali segnalati da Alessandra Fenyves