Il Vino che ascolta la terra: Antica Enotria

0
178

Da un antico rudere nel foggiano dopo trent’anni nasce la masseria contessa Staffa di proprietà della famiglia Di Tuccio, cuore dell’azienda agrobiologica Antica Enotria, che ancora oggi utilizza l’antico metodo di produzione del vino creando  prodotti eccellenti come il Nero di Troia riconosciuto IGT. Nella corte della masseria, a seconda delle stagioni, vengono svolte le lavorazioni. Tutt’intorno alla masseria, poi, si trovano i terreni nei quali avvengono le diverse coltivazioni. Come la gran parte dei terreni pugliesi, questi scarseggiano di acqua, ma abbondano di calcare e ciottoli. Il tutto in un clima di inverni miti ed estati torride, con tramontana e scirocco onnipresenti che creano così un terroir ideale per vigne ed oliveti.

Dal 1993 l’azienda Antica Enotria si impegna a mantenere un profilo basato sull’agricoltura biologica “ascoltando il respiro della terra”, i suoi affanni ed i suoi ritmi. La terra, resa fertile con concimi organici e trattamenti di origine naturale, è capace di fornire prodotti molto più genuini e gustosi. Tale accorgimento, dall’essere una semplice passione, diventa ben presto il fondamento sul quale cresce e si fortifica l’azienda. Tale rispetto per la natura è tuttora alla base della produzione di Antica Enotria.

L’azienda pone particolare attenzione nel non utilizzare fertilizzanti chimici e prodotti di sintesi. Se necessario, gli interventi a difesa delle colture avvengono tramite sostanze naturali, animali o minerali come estratti di piante, farina di roccia o minerali naturali così da intervenire sulla struttura o la composizione chimica del terreno.

L’obiettivo “Biologico” si ritrova anche nelle cantine dell’azienda dove infatti viene utilizzata la minor quantità possibile di solfiti e additivi chimici. Come riconoscimento di tale impegno, tutti i prodotti dell’azienda sono certificati ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale).

La produzione:

Antica_enotria_aglianico_igt_2010

Antica_enotria_Nero_di_Troia

Per Antica Enotria, i prodotti di spicco sono quelli provenienti dalla cantina, frutto della lavorazione di vitigni autoctoni pugliesi. Tale procedimento testimonia il punto di forza di Antica Enotria: il legame con il territorio.

Antica_enotria_primitivo_igt_2013Antica_enotria_senza_zolfo_igt_puglia_2012

Non lontano dal Golfo di Manfredonia, l’azienda coltiva in regime totalmente biologico 12 ettari di vigneti. In particolare i vitigni selezionati sono nero di Troia, primitivo e negroamaro, integrati dalle varietà tipiche delle regioni vicine: l’aglianico e la falanghina. In aggiunta troviamo anche il Montepulciano, diffuso in un aerea che dall’Abruzzo arriva al Tavoliere delle Puglie.

Il Nero di Troia è più di tutti garanzia di tradizione e di territorialità in quanto è uno dei vitigni pugliesi più antichi, originario della zona del Gargano e non a caso riconosciuto come IGT.

AnticaEnotria_conserve

L’azienda si occupa anche di altre produzioni tipiche della zona della Puglia come la Bella di Cerignola in salamoia, i carciofi sott’olio, l’olio, le olive, i pomodori e le pesche sciroppate.