La location dell’Historical Suite Relais “Villa della Pergola” di Alassio (acquistata nel 2006 dalla famiglia Ricci) è un mix perfetto di eleganza, arte, fascino e storia immerso in un angolo di Liguria dove il meraviglioso Parco Botanico creato a fine Ottocento da dei nobili di origine inglese, la terrazza affacciata sul golfo naturale di Alassio ed il piacevole profumo dei glicini in fiore da sempre offrono agli ospiti una sensazione di relax come pochi lungo l’intera costa. Il Parco ospita i Giardini della Villa, un vero e proprio micromondo fatto di bellissimi viali adorni di alberi d’arancio e limone, pini marittimi, fichi d’India, agavi, eucalipti, palme, carrubi, banani, lecci e ulivi in un tripudio di piante tropicali e mediterranee (i Giardini sono visitabili con delle guide ogni sabato e domenica su prenotazione, con quattro tour che iniziano alle 9.30, 11.30, 15.00, 17.00). In questo meraviglioso scenario il ristorante “Nove” si pone come perfetto bijoux creato per deliziare al meglio i palati gourmet dei propri clienti, i quali possono affidarsi alla bravura e all’estro di uno Chef del calibro di Giorgio Servetto (classe 1975).

Villa Pergola
L’Executive Chef Giorgio Servetto

La sua passione per la cucina nasce quasi per caso quando, dopo aver lavorato al ristorante “31” di Celle Ligure per una stagione estiva, si rende conto che da quel momento la sua vita lavorativa avrebbe preso una svolta decisiva verso la futura professione di Chef. Da studente affianca alle ore di studio quelle trascorse in pizzeria come aiutante, iniziando a prendere confidenza con il mondo della ristorazione; la gavetta continua per ben sette anni in vari locali della zona, acquisendo sempre più esperienza in un settore dove la voglia di imparare e la predisposizione al sacrificio sono due dei requisiti indispensabili per poter emergere un domani, sia come Maitre che come Chef. Il 1995 è l’anno del diploma all’Istituto Alberghiero “Elio Miretti” di Finale Ligure. La svolta arriva quando il giovane Giorgio lavora per due anni come secondo di cucina presso “La Fornace di Barbablù”, il ristorante aperto nel 1992 dallo Chef Giuseppe Ricchebuono che, dal 2009, è Executive Chef de Il Vescovado di Noli.

L’apprendistato di Giorgio continua all’”Antico Genovese”, un ristorante a Varazze condotto dal 1984 da Giancarlo Pizzo e dallo Chef Sandro Usai; chiusa la parentesi a Varazze, ritorna alla “Fornace di Barbablù” dove, nel 2001, anche se ancora da dipendente, vive e condivide la gioia della Stella Michelin riconosciuta allo Chef Ricchebuono. Sull’onda dell’entusiasmo e con una gran voglia di crescere responsabilmente, si trasferisce ad Alassio dove nel 2005 apre “U Sciarattù” vivendo la sua prima esperienza da vero e proprio cuoco all’interno di una sua cucina per cinque anni, dopodichè attraversa un periodo in cui sente la necessità di mettere maggior ordine nella sua vita professionale e privata, decidendo prima di cedere l’attività e andando poi a lavorare in altri locali della riviera ligure.

Nel 2012 riceve una proposta di lavoro presso la “Locanda dell’Asino” all’interno del complesso dell’Hotel Baia Blu di Gianni Gaibisso e nel 2013 trascorre anche un breve periodo all’”Antica Osteria del Ponte” a Cassinetta di Lugagnano, lo storico locale tristellato grazie ad un maestro del calibro di Ezio Santin. Qui ha la grande opportunità di affinare le proprie tecniche ed una volta ritornato alla “Locanda dell’Asino”, grazie ad una cucina gourmet di alto livello richiesta, riceve meritatamente importanti riconoscimenti come i 15/20mi dalla Guida de L’Espresso (ottobre 2014) e quello di Cucina d’Autore dalla Guida del Touring Club Italiano (dicembre 2014). Nel gennaio 2015, non ancora pago, si trasferisce per alcune settimane a Cavenago di Brianza, presso il ristorante “Devero” di Enrico Bartolini, tappa fondamentale per una nuova visione rivolta ad una cucina moderna. Infine, all’inizio del 2016, termina definitivamente la sua esperienza alla “Locanda dell’Asino” per approdare, nel mese di marzo, a “Villa della Pergola” come Executive Chef.

Villa Pergola
Interno del Ristorante NOVE

Il menù proposto al nuovo ristorante “Nove” (aperto ufficialmente il 15 aprile 2016) si distingue per la freschezza e l’eccellenza dei prodotti utilizzati da Servetto secondo le varie stagioni e avendo come base differenti tipologie di ingredienti, dai formaggi alle verdure, dalla pasta fresca a quella ripiena, dal pesce alla carne; questo per testimoniare la grande creatività dello Chef, i cui aspetti fondamentali sono ancora oggi il rispetto del territorio e delle sue tradizioni, nonché la profonda conoscenza dei loro prodotti che devono essere lavorati ed accostati con una certa tecnica che possa consentire di creare sia dei piatti pensati ed elaborati per ore, sia alcuni più veloci, frutto dell’ispirazione di un momento particolarmente ricco di idee. Ogni piatto ha però come comun denominatore la genuinità e l’autenticità dei sapori che Giorgio Servetto non ha mai dimenticato da quando era un bambino (avendo vissuto in campagna, nella cascina di famiglia) e testimoniata, tra l’altro, dall’utilizzo di erbe aromatiche, agrumi e fiori eduli coltivati e raccolti direttamente nei Giardini della Villa. I sapori della cucina dello Chef Servetto prendono spunto dalla cucina ligure che inevitabilmente è stata influenzata sia dal vicino Piemonte che dalla Francia stessa e alla quale lo Chef ha applicato un’interessante rivisitazione in chiave moderna.

Piatti dalla forte connotazione territoriale quali le “Olive di cuore di bue e di triglia”, il “Cappon magro”, il “Cremoso di zucchine trombetta” o ancora la “Capra, cavoli e fagioli”, la “Minestra di Rossetti con brodo di branzino e lattughe ripiene di branzino con fiori eduli di borragine”, il “Carciofo di Albenga con crema di carciofi, carciofi arrostiti e terra di nocciole”, affiancati a piatti più internazionali a base di foie gras, di caviale e di salmone, come il “Salmone marinato e affumicato alla villa con riduzione di mandarino, carciofo crudo e croccante d’aneto”, non sono passati inosservati agli intenditori della Guida de L’Espresso che il mese scorso ha premiato il ristorante “Nove” di Giorgio Servetto con “Due Cappelli”, eleggendolo secondo miglior ristorante della Liguria dopo “Paolo e Barbara” di Sanremo.

Ristorante NOVE via Privata Montagu 9

17021 Alassio (SV)

Tel. +39 0182-646140

info@noveristorante.it  info@villadellapergola.com

Prenotazioni visite Giardini della Villa  

Tel. +39 0182-646130

info@giardinidivilladellapergola.com