In occasione dell’apertura dell’Anno Accademico di Cà Foscari al Teatro La Fenice, è stata consegnata al Presidente della Repubblica On. Sergio Mattarella la bottiglia celebrativa n° 0001 di 1.500

 

Carpenè Malvolti e Ca’ Foscari celebrano i loro 150 anni dalla fondazione; una tappa storica per le due realtà, l’una culturale l’altra imprenditoriale, del Veneto e d’Italia. L’occasione per riunirle entrambe è stata ieri, martedì 20 febbraio, l’apertura ufficiale dell’Anno Accademico 2017/2018 dell’Università Ca’ Foscari, tenutasi al Teatro La Fenice di Venezia alla presenza del Presidente della Repubblica On. Sergio Mattarella, a cui hanno presenziato tutte le Istituzioni della Regione Veneto. Nell’occasione Ca’ Foscari e Carpenè Malvolti hanno inteso peraltro omaggiare il Capo dello Stato con la consegna in anteprima della prima copia della pubblicazione “Il Risorgimento dell’economia nel Veneto dell’Ottocento”, redatta congiuntamente e che verrà introdotta ufficialmente in un apposito convegno nel prossimo mese di Marzo.

La ‘Magnum 150′ n.0001/1.500 (Foto: Carpenè Malvolti’)

Per brindare a siffatto momento storico la “Magnum 150°”, bottiglia celebrativa prodotta in esclusiva per il 150° Anniversario della fondazione dell’attività d’Impresa Carpenè Malvolti, con cui la Famiglia Carpenè nella persona di Rosanna, V° generazione, ha inteso rendere omaggio alla visita del Presidente della Repubblica consegnando la numero 1 di 1.500 Magnum recante la dedica di Etile Carpenè, attuale Presidente della Cantina e testimone storico della Famiglia.

“La prestigiosa ricorrenza – ha dichiarato Etile Carpenè, Presidente della Carpenè Malvolti – è la testimonianza di come le due Istituzioni, rimaste inscindibilmente legate ai loro valori fondanti ed al loro tessuto socio-economico, sentano forte la responsabilità storica di far parte del “patrimonio culturale ed imprenditoriale” nazionale e di poter contribuire costantemente alla Storia d’Italia, entrambe orgogliose di poter rappresentare nei rispettivi settori un paradigma di riferimento. Questa solenne celebrazione che ci vede protagonisti, una a fianco all’altro, rappresenta per noi un’occasione unica per esprimere gratitudine a tutti quelli che si sono spesi perché ciò si affermasse così come a coloro che ci permettono ancora oggi di esserne testimoni e di poter contribuire a tramandarle. Mi riferisco in particolare – conclude il Presidente Etile Carpenè – alle nuove Generazioni, a cui va tutta la riconoscenza della mia Famiglia nonché l’esortazione a “determinare il futuro per condividerne la storia”.

Ca’ Foscari e Carpenè Malvolti sono legate dalla comune longevità, dalla spinta pionieristica dei rispettivi Fondatori in favore dello sviluppo economico del Territorio nonché entrambe artefici della diffusione della cultura accademica e imprenditoriale sin dalla fine dell’Ottocento.