CONDIVIDI

Molti i motivi per cui scegliere come meta Parigi, la città dell’amore per eccellenza, amata da Napoleone Bonaparte che ne fece la dimora di una nuova Europa imperiale, da grandi padri della letteratura come Victor Hugo, Moliere , Voltaire, artisti come Picasso, Dalì, e molti altri ancora. Una passeggiata sugli Champs Elysées, una visita alla cattedrale di Notre-Dame, perdersi e sognare tra i capolavori del museo del Louvre. Come non ammirare la Tour Eiffel , salire sull’Arco di Trionfo, passare una giornata tra i magici giardini di Versailles ? Nella città più amata dai registi di tutto il mondo, memore di sequenze indimenticabili ( ricordate Audrey Hepburn e Cary Grant in Sciarada?) , gli innamorati hanno mille possibilità per passare momenti romantici. Sicuramente l’atmosfera che si respira nel quartiere di Montmartre non può mancare. Perdersi tra i vicoli del quartiere, godere di una vista spettacolare di Parigi, fermarsi nella piazzetta degli artisti di strada e visitare la mistica Basilica del Sacro Cuore sono esperienze da non perdere, così come una visita alla Maison De Balzac, un luogo molto amato dallo scrittore nel quartiere di Passy Se volete conoscere le eccellenze culinarie recatevi in Place de la Madeleine e perdetevi fra i profumi di cioccolato, macaron, foie gras, formaggi e champagne. Per respirare il fascino del fiume, poi, una cena romantica in uno dei tanti battelli lungo la Senna: l’atmosfera notturna di Parigi vissuta in questa maniera è qualcosa di unico. Se invece volete assaporare i gusti della vecchia Parigi, non perdetevi il Bistrot Allard, a Saint Germain, rilevato da Alain Ducasse, chef pluristellato che nel suo bistrot con arredi barocchi vi farà gustare escargot alle erbe e boeuf bourghignon. Amerete la gastronomia parigina e francese famosa in tutto il mondo per la capacità di elaborare fantasiose combinazioni gastronomiche. Parigi è sinonimo infatti di “haute cuisine” e “nouvelle cuisine”: la prima celebre per i gusti superiori, gli ingredienti tipici, le salse ed i vini irraggiungibili; la seconda per l’estetica, la filosofia e le microscopiche porzioni. Per finire in bellezza, è d’obbligo un giro notturno nell’affascinante quartiere Pigalle conosciuto per il sensazionale Moulin Rouge.
Dove dormire?

Alberghi sensazionali, piccoli hotel con camere che ricordano grandi amori. Caratteristica comune lo charme tutto parigino.
-Hotel Montmartre Mon Amour Autentica poesia, si respira l’amore ovunque. Realizzato dalla designer Sandrine Aloof, a pochi passi dal Sacro Cuore. Qui troverete 24 camere, tutte con colori molto forti, con scritte alle pareti e foto di grandi passioni. Bella la frase di Victor Hugo impressa nella sala da pranzo: “Bisogna amare, e poi bisogna dirselo, e poi bisogna scriverselo, e poi bisogna baciarsi sulla bocca, sugli occhi e altrove”
Rue Paul Albert 75018 Paris montmartre-mon-amour.parishotelinn.com
-The Peninsula Appartenenente a Katara OspitalityPosizione centrale in Avenue Kléber, storicamente conosciuto come Majestic, ha ospitato tra le sue mura personaggi illustri. Qui George Gershwin ha scritto”Un americano a Parigi”. Albergo lussuoso con 200 camere lusso arredate con mobili raffinati e opere d’arte, ristoranti, piscina termale e piscina sotterranea peninsula.com
-Hotel du Petit Moulin. Edificio storico rinnovato da Cristian Lacroix , nel quartiere Marais, con spettacolari camere e suite tutte arredate in modo diverso, con tonalità uniche, seguendo le ultime tendenze in fatto di design e osando per rendere ogni ambiente sensazionale. + 33142741010 hotelpetitmoulinparis.com

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO