Home Food Food dal mondo Nouri restaurant: la Michelin premia la cucina ‘crossroads’

Nouri restaurant: la Michelin premia la cucina ‘crossroads’

121

A Singapore assegnata in questo mese di luglio la prima stella Michelin al ristorante Nouri dello chef Ivan Brehm

Nel corso della sua carriera lo chef Ivan Brehm ha sviluppato e affinato il suo approccio culinario e questo continuo sforzo si è manifestato nel ristorante Nouri. Si tratta della sua prima personale avventura imprenditoriale da “solista”, della quale ha curato ogni aspetto, dalla cucina, al servizio e fino agli ambienti.

Lo chef Ivan Brehm (Foto: Nouri restaurant)

Nata in Brasile, la cucina di Ivan Brehm è fortemente influenzata dal suo patrimonio eterogeneo e dai numerosi e lunghi viaggi in diversi Paesi del mondo. Nouri fa uso di una vera e propria cucina “crossroads” per descrivere uno stile culinario di inclusione, che trascende i consueti assunti culturali e mira a far luce su una visione del mondo tanto inclusiva e tollerante quanto gustosa.

Lo chef Ivan Brehm in cucina (Foto: Nouri restaurant)

Il menù di Nouri rende omaggio alla ferma convinzione di Brehm che le culture alimentari non siano separate tra loro, ma, al contrario intrinsecamente legate e ulteriormente arricchite attraverso la trasmissione di idee, prodotti e persone.

Silken Cheese (Foto: Nouri restaurant)
Kanzuri Risotto (Foto: Nouri restaurant)

La bouillabaisse di Brehm sul menù Omakase di Nouri, ad esempio, rappresenta una rivisitazione contemporanea del tradizionale stufato di pesce provenzale/mediterraneo, tipico della città portuale francese di Marsiglia. Da Nouri, questa bouillabaisse presenta ingredienti provenienti da tutto il Mediterraneo e ancora più in là, capaci di evidenziare le commistioni culturali alla base della tradizione culinaria del Sud della Francia.

Pre-dessert (Foto: Nouri restaurant)

Nouri, che deve l’origine del suo nome al termine latino indicante la nutrizione, ha riscosso un grande successo fin dalla sua apertura nel 2017 e ha continuato a stupire con il suo approccio innovativo all’haute cuisine e con il dibattito sviluppato intorno al cibo, alla cultura e alla tradizione.

Nouri, interni (Foto: Nouri restaurant)
Nouri, saletta (Foto: Nouri restaurant)

Ricerca impeccabile e un approccio molto misurato e tecnico ai suoi menù gli hanno già valso hanno il premio “Best New Restaurant” per Singapore Tatler T.Dining Magazine e The Peak Gourmet & Travel.

Nouri, bancone e bar (Foto: Nouri restaurant)

Che si tratti di una degustazione di vini o di un’esperienza di Omakase a 7 portate, i menù di Nouri sono il frutto di un’accurata ricerca storica, volta a trovare i molteplici punti di contatto tra le culture e una migliore comprensione dei modelli migratori, sia per le persone sia per il prodotto. “Sono convinto – spiega Brehm – che è solo attraverso il rinnovo dei dialoghi e degli scambi tra menti aperte e delle esplorazioni culturali che possiamo dare continuità allo sviluppo culturale di qualsiasi elemento rilevante per il mondo in cui viviamo oggi”. Nouri vuole essere una guida verso il cuore di ciò che significa essere umani, essere socievoli, cucinare e mangiare.

Indirizzo

72 Amoy Street  Singapore 069891

Orari di apertura

Pranzo: dal Martedì al Venerdì 11.30 – 15.00 (ultima seduta alle 14:30)

Cena: dal Lunedì al Sabato 18.00 – 24.00 (ultima seduta alle 22:30)

Bar: dal Lunedì al Sabato fino a mezzanotte

www.nouri.com.sg