Home Locali Milano Niko Romito e la sua prima ‘Bomba’ gastronomica a Milano

Niko Romito e la sua prima ‘Bomba’ gastronomica a Milano

65

Il tristellato chef-imprenditore del Reale di Castel di Sangro porta nella capitale meneghina un format che affonda le sue radici nella pasticceria paterna ‘Reale’ a Rivisondoli e si proietta al futuro in collaborazione con Autogrill

Ha aperto da 48 ore a Milano, in piazza XXV Aprile 12, ‘Bomba’, il format pensato e voluto dal geniale Niko Romito, lo chef abruzzese che da un anno e mezzo a oggi è diventato sempre più famoso a livello internazionale, soprattutto da quando firma i suoi personalissimi menu nei ristoranti del gruppo Bulgari Hotels & Resorts (due già inaugurati a fine 2017 a Dubai e Pechino, con rispettivamente il romagnolo Giacomo Amicucci, classe 1986 e il napoletano Marco Veneruso, classe 1985, resident chef; il terzo a Shanghai il 19 giugno prossimo, con Davide Capucchio, torinese classe 1985, resident chef).

Niko Romito (Foto: Pagina FB Niko Romito)

‘Bomba’ si propone come uno street-food completamente italiano, in realtà aperto già nel 2015 a Napoli, come un classico della pasticceria ma rivisitato in chiave contemporanea, per esempio utilizzando (tra l’altro) la mozzarella di bufala Dop. Dopo un paio di anni, terminato il periodo di sperimentazione, il corner napoletano ha chiuso i battenti ma il suo marchio è stato acquistato da Autogrill con l’intento di lanciare e replicare il format sia in Italia che all’estero.

La vetrina di ‘Bomba’ a Milano, in piazza XXV Aprile 12 (Foto: Pagina FB Niko Romito)

Questo tipo di dolce popolare era molto apprezzato in particolar modo dai turisti che da Napoli si recavano a sciare a Rivisondoli, dove il padre di Niko (Antonio) negli anni Sessanta aveva il ristorante di famiglia (avviato inizialmente come pasticceria), un luogo molto caro allo chef, cresciuto sin da ragazzino tra il profumo della crema e dello zucchero a velo. Un profumo che non ha mai dimenticato e il cui ricordo oggi viene proposto in chiave contemporanea e, soprattutto, sana (secondo la filosofia romitiana).

La ‘Bomba’ con crema pasticcera e zucchero (Foto: Francesco Fioramonti)

‘Bomba’ lievita nel cuore della tradizione culinaria italiana, diventando simbolo di gusto e uno dei cibi di strada più amati. E’ un prodotto fatto di tradizione, nasce dolce ma diventa salato e si arricchisce  di un lavoro sulle farciture che porta alla creazione di sempre nuove collezioni di gusto, per un piacere senza tempo. La preparazione di ‘Bomba’ prevede non solo un’alta selezione degli ingredienti, ma anche un lavoro di tecnica e ricerca per l’impasto che la rende unica. La lunga lievitazione e la frittura delicata garantiscono un equilibrio perfetto tra croccantezza e morbidezza, lasciando esplodere il gusto.

Una delle ‘Bombe’ proposte in versione salata (Foto: Francesco Fioramonti)

A soli 5,50 euro si può deliziare il palato con ‘Bombe’ salate (farcite di pollo fondente, lattuga e maionese; scarola e pinoli con uvetta, olive e pomodori confit; maiale fondente e senape; prosciutto di Parma, stracchino e rucola; mozzarella di bufala campana, pomodorino semisecco e basilico; spezzatino di manzo e foglie di spinaci fresche) e ‘Bombe’ dolci (farcite con gelato al pistacchio e, prossimamente, al cioccolato e nocciola; ma anche con crema pasticcera e liquore Strega, con confettura di albicocca oppure con gianduia; il ‘Bombamisù’) a 4 euro. Quelle gourmet sono proposte a 7 euro, mentre per la ‘Bomba’ semplice, con solo zucchero e senza gelato, bastano 2,5 euro.

www.nikoromito.com