Home Food Chef Meet in Cucina Abruzzo 4° edizione. Un successo sempre più coinvolgente

Meet in Cucina Abruzzo 4° edizione. Un successo sempre più coinvolgente

91

Per il quarto anno consecutivo, Massimo Di Cintio ha chiamato a raccolta i migliori protagonisti della Cucina Abruzzese d’autore. Dedichiamo a lui e all’intero Abruzzo gastronomico i nostri 3 articoli, ciascuno con un focus specifico: ‘Organizzazione, Sponsor e Partner’ – ‘Eccellenze agroalimentari territoriali’ – ‘Cuochi relatori e piatti presentati’. Iniziamo con il primo focus.

 

Massimo Di Cintio apre ufficialmente i lavori della quarta edizione di Meet in Cucina Abruzzo, congresso svoltosi presso la Camera di Commercio Chieti-Pescara

Il periodo è sempre quello (fine gennaio), la location anche (il padiglione della Camera di Commercio di Chieti-Pescara), così come i nomi e i volti di un team di professionisti al seguito di Massimo Di Cintio che, insieme al fidatissimo Andrea D’Aloia e all’intero staff di Virgolacom ‘Branding & Communication’ (www.virgolacom.it), per il quarto anno consecutivo ‘ha acceso i riflettori sullo stato della cucina regionale – come dichiara lo stesso Di Cintio – in un momento di grande fermento nel bellissimo Abruzzo che scommette su una nuova e coraggiosa generazione di cuochi aventi un’età media di 30 anni e desiderosi di emergere ma, soprattutto, di rappresentare il presente e il futuro agroalimentare abruzzese’.

Il presidente della Federazione Italiana Cuochi Rocco Pozzulo, primo da sx, ha salutato la platea in collegamento dalla Francia

Meet in Cucina Abruzzo (lo scorso 9 ottobre si è tenuta la prima edizione nelle vicine Marche, presso il Teatro La Fenice di Senigallia, gran successo anche lì, con alcuni dei cuochi marchigiani partecipanti che lunedì scorso si aggiravano negli spazi della Camera di Commercio di Chieti-Pescara: si riconoscevano Lucio Pompili e Danilo Bei) è promosso in collaborazione con Andrea Di Felice e Lorenzo Pace, rispettivamente presidente e segretario dell’Unione Regionale Cuochi Abruzzesi. Queste le parole del presidente: ‘Quest’anno abbiamo spinto molto sulla ricerca di una decina di prodotti e preparazioni tradizionali dell’Abruzzo e li abbiamo assegnati ai diversi cuochi relatori affinchè potessero approfondirne la conoscenza di utilizzo ed esaltarne i valori nutrizionali e di gusto attraverso nuove ricette: trattasi di innovare per rinnovare la nostra tradizione e darle continuità nel tempo’.

Gabriele Marrangoni è stato una vera Istituzione nel mondo della ristorazione abruzzese (Foto: ‘Il Centro’)

Lorenzo Pace, una volta sul palco, ha speso alcune parole in ricordo del Maestro Gualtiero Marchesi e Monsieur Paul Bocuse, due geni mondiali dell’alta cucina, mentre Massimo Di Cintio ha ricordato Daniele Becci, presidente della Camera di Commercio Chieti-Pescara (scomparso improvvisamente il 6 gennaio) e l’amico Gabriele Marrangoni, cuoco e patron del ristorante country house Borgo Spoltino a Mosciano Sant’Angelo, in località Selva Alta (TE), un artista dal cuore grande, lo stesso cuore che lo ha tradito il 15 dicembre scorso. Marrangoni si è sempre battuto per la difesa e la valorizzazione del territorio abruzzese attraverso la sua ricchezza agroalimentare ed era molto impegnato anche in attività a sostegno di associazioni molto attive nel sociale, come Emergency.

Lo stand dell’Electrolux a Meet in Cucina Abruzzo

Il Congresso Culinario è organizzato in compartecipazione con la Camera di Commercio di Chieti-Pescara, con il supporto di sponsor privati come Electrolux (Main sponsor – www.electrolux.it), De Cecco (Gold sponsor – www.dececco.it) e partner come Acqua Panna-S. Pellegrino (www.sanpellegrino.com), Pentole Agnelli (www.pentoleagnelli.it), Bragard (www.bragard.com), Agapè Forniture (www.agapeforniture.com), Rcr Cristalleria Italiana (www.rcrcrystal.com) e, quest’ anno, anche Autoepi Srl (www.concessionario.citroen.it), concessionaria Citroen a Pescara che, in occasione di Meet in Cucina, ha presentato in anteprima assoluta in Abruzzo la DS7 Crossback.

Pentole Agnelli, partner di Meet in Cucina sin dalla prima edizione (Foto: ‘Pentole Agnelli’)

Sulla pagina social di Meet in Cucina leggiamo che, forte fin dalla prima edizione, l’alleanza tra Meet in CucinaBaldassare Agnelli Pentole Professionali, rappresenta un rapporto consolidato atto a rafforzare, promuovere ed incentivare, sempre di più, l’eccellenza gastronomica italiana attraverso l’incontro e il confronto fra i cuochi. Per Pentole Agnelli la partecipazione a Meet in Cucina non rappresenta solo la condivisione di un progetto culturale legato alla valorizzazione della gastronomia dei diversi territori d’Italia, ma assume connotati molteplici che diventano anche la cartina tornasole della sua volontà di rafforzare ancora di più la collaborazione con i professionisti del settore. Pentole Agnelli, infatti, fin dalla sua nascita datata 1907, rimane un punto di riferimento straordinario per la ristorazione professionale di qualità grazie alla sua ultra centenaria esperienza nella produzione di strumenti di cottura affidabili, sempre al passo con i tempi, e per il suo incessante impegno nel confronto e nella collaborazione con i cuochi. L’esperienza di Pentole Agnelli, punto di riferimento unico ed autorevole nel comparto della produzione di pentole professionali, è il partener tecnico ideale per Meet in Cucina e per gli chef più esigenti chiamati ad onorare la propria filosofia di cucina attraverso le loro dimostrazioni.

Il palco dell’Area Congresso

Si sviluppa in due aree: l’Area Congresso e l’Area Espositori. L’Area Congresso ospita, come al solito, il palco per l’intervento dei cuochi relatori che espongono, davanti alla platea, una relazione di circa 40 minuti su dei progetti da loro sviluppati con l’utilizzo di particolari tecniche o di particolari tipologie di materie prime. Almeno una delle preparazioni è focalizzata sull’utilizzo di uno o più prodotti tipici del territorio regionale e ogni cuoco predispone un mini assaggio degustazione, per il pubblico, di uno dei piatti presentati sul palco. Nell’Area Partner Espositori vengono disposte le postazioni di aziende ed enti che affiancano l’iniziativa e che incontrano il pubblico per far conoscere i propri prodotti, servizi e progetti, legati al mondo della ristorazione.

Da sx: Lorenzo Pace e Andrea Di Felice, segretario e presidente Unione Cuochi Abruzzesi

Meet in Cucina è ormai diventato l’appuntamento più atteso, più seguito, più prestigioso tra gli eventi gastronomici in Abruzzo e la presenza di grandi firme del giornalismo enogastronomico italiano lo conferma edizione dopo edizione: Carlo Passera (Identità Golose), Alessandra Meldolesi (Reporter Gourmet, La Madia, Spirito Divino), Antonio Paolini (dal luglio 2016 a poche settimane fa coordinatore della Guida Vini de L’Espresso, ma preziosa voce anche nel comitato esecutivo della Guida Ristoranti, quest’anno intervenuto insieme a Roberto De Viti, co-autore Guida Ristoranti, e al suo ormai ex direttore Enzo Vizzari), Marco Bolasco (Dissapore, Slow Food, Giunti Editore, Cibario), Donato Troiano e Valeria Bertocchi (INformaCIBO), Ivan Masciovecchio (Tesori d’Abruzzo) e poi ancora Raffaella Prandi (Cook.Ink), Alessandro Bocchetti (Gambero Rosso, Scatti di Gusto), Marco Di Giovanni (Italia a Tavola), Simona Vitali (Sala&Cucina), Martina Liverani (Dispensa Magazine), Michela Becchi (Gambero Rosso). Assente giustificato il Prof. Andrea De Palma (docente ed esperto in ‘Ospitalità e Ristorazione’, Coordinatore Puglia, Abruzzo e Molise per la guida Vini Buoni d’Italia del Touring Club, Componente delle Commissioni di degustazione c/o la Camera di Commercio di Bari per varie Doc pugliesi, tecnico ed esperto nazionale di oli d’oliva ed extravergini).

Particolare dello stand della Regione Abruzzo – Servizio Politiche per il Benessere Sociale, inerente alla campagna contro lo spreco alimentare

Tra i diversi progetti presentati a Meet in Cucina Abruzzo 2018, particolare attenzione ha suscitato quello della Regione Abruzzo – Servizio Politiche per il Benessere Sociale, dedicato ad una campagna di sensibilizzazione sul tema dello spreco alimentare, con l’obiettivo di promuovere un cambiamento nelle abitudini dei cittadini riguardo il consumo del cibo, con il fine di contrastare lo spreco alimentare sia in casa sia fuori casa (Massimo Bottura docet, con il suo progetto Food for Soul e l’apertura di Refettori in Italia e nel mondo). La campagna prevede un’azione promozionale nei confronti delle strutture ristorative regionali, affinchè adottino le ‘doggy bags’ brandizzate da fornire ai propri clienti, ma anche nei confronti dei cittadini affinchè superino l’imbarazzo di richiederle quando mangiano fuori casa. La campagna verrà lanciata ufficialmente il 19 febbraio prossimo con un evento a Pescara presso il Museo delle Genti d’Abruzzo dove, dalle 10.30, le ‘doggy bags’ (in cartone alimentare) e le vetrofanie prodotte verranno distribuite ai ristoratori.

Tra gli Enti, Associazioni e Servizi presenti con il proprio stand nell’Area Espositori, oltre alla Regione Abruzzo, ricordiamo l’Unione Regionale Cuochi Abruzzesi (insieme agli allievi e ai docenti dell’Istituto professionale alberghiero ‘Di Poppa-Rozzi’ di Teramo, ha curato il servizio di accoglienza nell’Area Partner Espositori e nelle cucine dell’Area Congresso), l’Associazione Provinciale Cuochi Pescara (www.cuochiabruzzesi.com), affiliata della Federazione Italiana Cuochi (www.fic.it) FIC (il presidente Rocco Pozzulo, presente lo scorso anno, è intervenuto in collegamento da Lione, salutando l’intera platea), il Sodalizio delle Lady Chef Abruzzesi che hanno curato la distribuzione dei piatti del ‘Pasta Party’ De Cecco e l’Accademia Niko Romito (alta Scuola di Formazione voluta dal tristellato).

Alcuni giovani allievi dell’Accademia Niko Romito

(Continua con il secondo focus ‘Eccellenze agroalimentari territoriali‘)