CONDIVIDI

La Cupertinum presenta la sua nuova grappa, si chiama “Le Viole”. È cristallina, morbida e rotonda con sentore di petali di rosa e noccioli di ciliegia. Al naso ricorda il momento della pigiatura del mosto. È distillata da vinacce selezionate, raccolte fresche e morbide, di uva Negroamaro della zona Copertino Doc, in Salento.

“Le Viole è il nuovo cameo nella gamma dei nostri prodotti – sostiene Giuseppe Pizzolante Leuzzi, enologo della Cupertinum ed è anche un modo di valorizzazione del territorio salentino e di uno dei suoi simboli: il vitigno Negroamaro dalle cui vinacce viene distillata la nostra grappa. La distillazione attenta consente di esaltare le componenti tipiche del vitigno. Al degustatore e all’appassionato attento non sfuggiranno alcuni aromi caratteristici della nostra varietà di uva”.

“Le Viole”

Scheda tecnica

Le Viole è cristallina, morbida e rotonda con sentore di petali di rosa e noccioli di ciliegia. Al naso ricorda il momento della pigiatura del mosto.

Le sue caratteristiche

Materia primaVinacce selezionate, fresche e morbide di uva Negroamaro della zona Copertino Doc.

Gradi40% vol   

Distillazione Artigianale con il taglio delle teste e delle code, in alambicchi a vapore. La distillazione avviene molto lentamente per consentire ai componenti volatili, responsabili dei profumi, una giusta evaporazione e conseguente condensazione mantenendo intatte le preziose caratteristiche organolettiche del vitigno.

ProduzioneStrettamente legata al raccolto della vendemmia d’annata.

RiposoDa 6 mesi ad un anno in recipienti in acciaio inossidabile.

DegustazioneVa servita a 12°C circa o in un bicchiere ghiacciato aperto a corolla di tulipano. Prima dell’assaggio, la grappa deve riposare qualche minuto nel bicchiere: ossigenandosi, i profumi si esaltano e l’armonia naso-palato si completa.

Quando berlaBevuta, sorseggiata, centellinata alla fine di un pranzo o in qualsiasi momento della giornata, è fonte di vero piacere! 

In cucinaLe Viole può essere aggiunta al risotto per esaltarne il profumo nella misura di uno o due cucchiai dopo aver tostato il riso; nella cottura delle carni piuttosto grasse, aggiunta a metà cottura nella misura di un cucchiaio da minestra.

 


L’etichetta
L’etichetta della Grappa “Le Viole” della Cupertinum è stata disegnata da Giulia Tornesello, giovanissima e bravissima illustratrice leccese.

Come degustare la grappa Le Viole

I distillati di qualità dovrebbero avere una temperatura fra 10°/12° e non devono mai essere gelati. È indispensabile lasciarli riposare qualche minuto nel bicchiere: ossigenandosi i profumi si esaltano e l’armonia naso palato si completa.

Versate 20 ml di distillato nel bicchiere. Quindi prendete il bicchiere senza agitarlo, portatelo al naso e sentite la parte più volatile del distillato, i delicati profumi di frutta fresca, bacche o uva. Poi agitate gentilmente e annusate di nuovo. Percepirete i composti più aromatici. Fate un profondo respiro di aria fresca, prima di portare alla bocca un pò di distillato. Ora proverete quasi un’esplosione di sapori aromatici con effetti speziati e riscaldanti. Bevuto il distillato, una straordinaria e intensa sensazione di sapori vi accompagnerà per alcuni minuti.

CUPERTINUM, Antica Cantina del Salento 1935

Enoteca del Copertino 

Via Martiri del Risorgimento 6, Copertino (Le)

Tel + Fax  +39 0832.947031    www.cupertinum.it

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO