Una mini verticale stellata per un piatto dello chef Filippo Saporito in abbinamento ai vini CARPINETO.  Grandi Vini di Toscana presente con 3 annate di Vino Nobile Montepulciano Riserva, vino cult dell’azienda, nella Carta della Leggenda dei Frati, una stella Michelin.
Villa Bardini

Chi sale fino a Villa Bardini per provare una delle esperienze enogastronomiche più interessanti del capoluogo toscano, trova in carta dei vini una bella sorpresa.

Carpineto

Tre annate straordinarie di uno dei vini icona della Toscana e non solo, il Vino Nobile Montepulciano Riserva di Carpineto, annata 2010, 2011, 2012.

Bottiglie presenti consecutivamente nella lista dei migliori 100 vini al mondo, a testimonianza della costanza degli standard qualitativi d’eccellenza della produzione di Carpineto, unica azienda peraltro a produrlo solo in versione Riserva.

Vini con i quali Carpineto ha portato il Nobile come unico esemplare nel gotha del vino e con il quale anche con l’annata 2013 ha appena raggiunto punteggi da record.

È stato Filippo Saporito stesso a volerlo in carta, presente con 3 annate diverse, e sceglierlo in abbinamento ad una cucina impregnata nella cultura gastronomica del territorio, con attenzione particolare alla ricerca delle materie prime ed al rispetto di queste.

Un vino come il Nobile di Carpineto, anch’esso dall’identità territoriale molto spiccata, sposa infatti magnificamente le scelte gastronomiche di Filippo e Ombretta Saporito improntate su una solida struttura ed equilibrio ma dalla cifra stilistica creativa e moderna.

“Suggestivo l’abbinamento Riserva di Vino Nobile di Carpineto con la Terrina di fegatini e il suo creme caramel, Pan de’Santi, in questo caso sceglierei l’annata 2012; perfette le annate 2010 e 2011 con il Piccione della Leggenda dei Frati”, suggerisce lo chef.

Una cucina la sua che ogni volta stupisce complice anche l’ambiente, le opere d’arte e l’atmosfera di straordinaria bellezza intorno. In abbinamento ai vini Carpineto il tutto diventa una grande esperienza multisensoriale nella splendida cornice del complesso museale di Villa Bardini.